Orto Non-Diviso è un progetto di Field sharing improntato sulla condivisione di terreni localizzati nelle aree agricole del complesso Somma-Vesuvio. L’obiettivo è quello di mettere a disposizione della comunità degli appezzamenti di terreno in disuso permettendone il recupero e la coltivazione. L’idea nasce per rivalorizzare aree in continuo abbandono e soggette a degrado, inquinamento ed incuria e per permettere anche a chi vive in centro città sia di apprendere le tecniche di coltivazione da poter replicare nel proprio giardino o sul balcone di casa, sia di poter coltivare il proprio orto anche se sprovvisto di un’area per poterlo fare. In prima battuta verrà messo a disposizione un terreno con accesso da Via Profica Paliata (San Giuseppe Ves.). Chi vorrà, potrà prenotare e prendere in affidamento una parte di terreno da poter coltivare, saranno imposti vincoli sui concimi e su eventuali prodotti da utilizzare al suo interno, prediligendo la coltivazione biologica, sostenibile e controllata. Si farà leva sulla gamefication, strumento valido per attrarre anche i più giovani, proponendo contest di coltivazione, cercando così di ottenere un riavvicinamento alla natura. Saranno istituiti più contest sul lungo periodo, sempre accompagnati da laboratori e workshops, come quello sul compostaggio e sul riutilizzo, principi cardine di un economia circolare e più sostenibile.

Il progetto si pone obbiettivi importanti riguardanti delicate tematiche quali: il risanamento di spazi verdi, il contrasto delle isole di calore urbano, lo sviluppo rurale, la prevenzione di sversamenti abusivi di rifiuti, la riduzione gli sprechi, il compostaggio, il baratto, la sovranità alimentare, il riavvicinamento dell’uomo alla natura, la green education, la condivisione degli spazi, la socialità e la collaborazione.

Orto Non-Diviso verrà presentato in occasione del Village di Ucsa il 1 Giugno 2021, coinvolgendo fin da subito le scuole, partendo dai più piccoli. per iniziare un vero e proprio percorso educativo. In seconda battuta si proverà a coinvolgere associazioni e gruppi organizzati come i boy scout, i comuni e perché no anche gruppi di privati. Sarebbe interessante e funzionale sul lungo periodo attrarre investimenti o donazioni capaci di far aumentare i terreni disponibili così da poter coinvolgere sempre più persone fino a poter creare una piattaforma social che permetta ad una community di aiutarsi con la coltivazione anche da remoto.

Per partecipare al Village di Ucsa è necessario registrarsi a questo link.

Hai un terreno abbandonato e vuoi condividerlo con noi? Hai bisogno di uno spazio dove poter coltivare?

Compila il form e verrai contattato dal nostro team.